Installare aria condizionata su auto senza

Come installare il condizionatore sotto il cruscotto

Alcuni collezionisti incalliti considerano un sacrilegio aggiungere un sistema di condizionamento dell’aria a una muscle car d’epoca o classica che non ne sia dotata dalla fabbrica. Per chi cerca il comfort, l’opzione di aggiornamento è disponibile anche su alcune delle automobili più rare. In questa sede parleremo dell’acquisto di sistemi replicati dal costruttore e di sistemi aftermarket indipendenti. Esamineremo gli ostacoli all’installazione e le fasce di prezzo per aiutarvi a decidere se il montaggio del vostro classico è adatto a voi.

Sebbene l’aria condizionata fosse disponibile negli anni ’40 su alcuni modelli Packard e Cadillac, solo nel 1953 la nuova tecnologia portò il sistema a un livello superiore. Questo fu l’anno in cui Chrysler fece grandi progressi nel sistema di raffreddamento ad aria del bagagliaio. Disponibile per la prima volta sulla Chrysler Imperial del 1953, si diceva che fosse in grado di ridurre la temperatura interna di 30 gradi in meno di cinque minuti.

La sua efficienza era attribuita alla funzione di ricircolo, in cui l’aria già raffreddata veniva riportata indietro attraverso l’evaporatore per essere ulteriormente raffreddata. L’aria fredda veniva scaricata dal ripiano dietro il sedile posteriore ed era inclinata verso l’alto, vicino all’headliner, in modo che l’aria fredda affondasse e raffreddasse efficacemente l’abitacolo.

Come aggiungere il liquido dell’aria condizionata all’auto

Avete parcheggiato l’auto e siete seduti dentro ad aspettare. Forse siete in anticipo sul lavoro e non volete ancora entrare in ufficio. Forse state aspettando che il vostro coniuge finisca di fare la spesa. Non volete sprecare benzina, quindi spegnete il motore, ma fa caldo, quindi lasciate in funzione il soffiatore. Sapete che questo preleva corrente dalla batteria, ma per quanto tempo potete lasciare l’aria condizionata accesa mentre il motore non è in funzione?

  Installare windows 10 senza account

In realtà, questa è una domanda trabocchetto. Non è possibile far funzionare l’aria condizionata senza che il motore sia acceso. Il compressore e la frizione del condizionatore d’aria sono azionati dalla cinghia a serpentina che fa funzionare gli altri accessori (ad esempio, l’alternatore). Se il motore non è acceso, la cinghia non gira. Ciò significa che il condizionatore d’aria non è effettivamente acceso. Non è possibile utilizzare il condizionatore d’aria se il motore non è in funzione. È così semplice.

In realtà si sta facendo girare il motore di soffiaggio. Finché la batteria è carica e la chiave è posizionata su “on” (alcune auto permettono di far funzionare il condizionatore anche in posizione ACC), il condizionatore continua a funzionare. Tuttavia, soffia solo aria dall’esterno attraverso l’abitacolo, a meno che non sia attiva la modalità di ricircolo. In tal caso, si limita a riciclare l’aria nell’abitacolo. Non raffredda effettivamente l’aria. Qualsiasi sensazione di freschezza è dovuta semplicemente al fatto che l’aria è in movimento e non ferma.

Il miglior climatizzatore aftermarket per auto d’epoca

Guidare in estate senza condizionatore può essere frustrante e snervante. Non ci si può godere il viaggio. Quindi, se il condizionatore dell’auto è guasto e non è possibile ripararlo subito, è necessario adottare dei trucchi per mantenere l’auto fresca in estate.

Il modo più semplice e ideale per rimanere freschi quando si guida un’auto senza aria condizionata è abbassare tutti i finestrini e le portiere e utilizzare un affidabile ventilatore portatile. Inoltre, parcheggiare in un’area ombreggiata e utilizzare uno schermo parasole per il parabrezza manterrà l’abitacolo fresco.

  Richiesta installazione dissuasori di sosta roma

Non siete soli se l’aria condizionata della vostra auto è fuori uso in estate. Rx Mechanic ha fornito diversi metodi che potete utilizzare per rimanere freschi anche senza l’aria condizionata dell’auto. I paragrafi seguenti illustrano come mantenere fresca l’auto senza aria condizionata.

La riparazione dell’aria condizionata dell’auto può comportare un costoso conto di riparazione. Tuttavia, ciò dipende dalla causa del malfunzionamento dell’aria condizionata. Se non si dispone del denaro necessario per risolvere i problemi dell’aria condizionata, si può sempre ricorrere a una soluzione temporanea per sconfiggere la calura estiva.

Potrebbe essere necessario un po’ di tempo prima di espellere l’aria calda intrappolata. Se non avete tempo da perdere, aprite una delle portiere mentre tutti i finestrini sono ancora abbassati. Chiudete la porta, apritela di nuovo e richiudetela. Ripetete l’operazione per dieci o quindici volte. In questo modo l’aria calda uscirà dai finestrini abbassati. Questa è la guida giusta per voi se vi chiedete come mantenere fresca l’auto quando è parcheggiata al sole.

Installazione del climatizzatore per auto d’epoca

La conversione di un veicolo non dotato di aria condizionata in un veicolo con aria condizionata può essere MOLTO difficile. Consiglierei di farlo solo su un’auto d’epoca magari più vecchia. Il cuore del sistema di climatizzazione è il compressore. Dovete procurarvi un compressore per il vostro veicolo, preferibilmente uno di primo impianto, nonché la staffa che vi consente di montare il compressore sul motore. È poi necessario procurarsi la cinghia di dimensioni corrette per il motore con aria condizionata.

Dopo aver installato il compressore, è necessario installare il condensatore vicino al radiatore. Dopo aver installato il condensatore, è necessario collegare il tubo di scarico dal compressore al condensatore. Si dovrà poi installare un evaporatore sotto il cruscotto. Questa è la parte più difficile dell’installazione di un impianto di climatizzazione aftermarket, poiché molti sistemi di distribuzione dell’aria sotto il cruscotto sono completamente sigillati e non consentono alcuna personalizzazione.

  Qual è il codice dei software installati sul server

In questo caso, è necessario installare un nuovo sistema di distribuzione dell’aria (condotti) sotto il cruscotto. Una volta posizionato l’evaporatore, è possibile collegare la linea di aspirazione dall’evaporatore al compressore e la linea del liquido dall’evaporatore al condensatore. È inoltre necessario assicurarsi di utilizzare un accumulatore o un essiccatore a ricevitore, a seconda del tipo di impianto di climatizzazione installato. In questo modo si eviterà che il sistema di condizionamento dell’aria accumuli troppa umidità. Si tratta di un lavoro molto lungo e costoso, ma si può fare.

About the author

admin

View all posts